Pane alle patate e rosmarino fresco

Pane morbido, crosta fragrante, profumatissimo, sapore delicato di patate e speziato di rosmarino fresco, mollica che si scioglie in bocca…

Da provare con piatti di legumi, salumi, carni e pesci arrosto…o da solo, leggermente tostato…

Ingredienti:

  • patate lesse gr. 420
  • farina manitoba gr. 420
  • zucchero 2 cucchiaini
  • sale 1 o 2 cucchiaini
  • mezzo cucchiaino di lievito secco di birra o 5 gr. di quello fresco
  • olio e.v.o. 2 cucchiai
  • una manciata di rosmarino fresco sminuzzato
  • lievitino con 60 gr. di acqua, 60 gr. di farina manitoba, mezzo cucchiaino di lievito di birra secco o 5 gr. di quello fresco, da preparare la sera prima.

Peso totale circa gr. 1000.

– Procedimento –

Tra gli ingredienti non ho elencato l’acqua in quanto la farina assorbirà quella naturalmente presente nelle patate!

Dopo aver lessato le patate, schiacciarle molto bene e lasciarle intiepidire.

Versare nel cestello il lievitino preparato la sera prima, lo zucchero, l’olio, il mezzo cucchiaino di lievito, le patate.

Mescolare la farina col sale e versare nel cestello.

Avviare il programma “impasto e lievitazione”.

All’inizio l’impasto sembrerà poco idratato ma aspettare un po’ prima di aggiungere eventualmente dell’acqua; aiutarsi con la spatola di silicone.

Dopo 15 minuti di lavorazione controllare la consistenza della pasta ed eventualmente aggiungere acqua (o latte) o farina, a seconda dei casi, un pochino alla volta…

Al bip aggiungere il rosmarino fresco sminuzzato.

Al termine dell'”impasto e lievitazione” (ore 1.30) avviare il programma 1.

Consiglio di impostare la crosta scura!

Come al solito, dopo la cottura sformare e lasciare raffreddare su griglia per torte.

 

Be Sociable, Share!

6 thoughts on “Pane alle patate e rosmarino fresco

  1. bello bello bellissimo…..ma senza ,mpd si fà uguale…..????? Lo realizzero in settimana…sicuro.
    Baci ed abbracci……

    • tutte le ricette puoi farle senza m.d.p., così come ho spiegato nella colonna a destra della pagina!
      fammi sapere, ci tengo al tuo giudizio!!!
      abbraccioni

  2. bello bello bellissimo…..ma senza ,mpd si fà uguale…..????? Lo realizzero in settimana…sicuro.
    Baci ed abbracci……

    • tutte le ricette puoi farle senza m.d.p., così come ho spiegato nella colonna a destra della pagina!
      fammi sapere, ci tengo al tuo giudizio!!!
      abbraccioni

  3. dopo terminato il ciclo impasto e lievitazione se imposto il programma 1 rinizia comunque da capo con l’impasto lievitazione e cottura, o devo impostare solo cottura?

  4. Ciao Concetta, grazie per la gradita visita! Lo scopo nell’impiegare il lievitino è quello di usare meno lievito di birra possibile. Questo, però, comporta di conseguenza un prolungamento dei tempi di lievitazione. Riavviare quindi il ciclo col programma 1 consentirà all’impasto una doppia lievitazione. Tuttavia, se si ha tempo a disposizione e l’ambiente è abbastanza caldo, dopo il programma impasto/lievitazione si può rimpastare per qualche minuto con un programma qualsiasi, spegnere o fermare la macchina, poi avviare il programma di sola cottura (per un’ora o un’ora e dieci) non appena l’impasto raddoppi il proprio volume. La quantità di lievito di birra è inversamente proporzionale ai tempi di lievitazione: potrai decidere di usare anche solo la punta di un cucchiaino di lievito di birra ma dovrai gestire manualmente i vari programmi della macchina del pane affinché la pasta raddoppi di volume prima di poterla cuocere. Sono sempre a disposizione! Grazie e buon pane! Francesco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*