Pan brioche all’arancia

 

– Ingredienti –

Uova 2
Marmellata d’arance gr. 100
Panna fresca gr. 250
Aroma di rum fialetta 1
Sale cucchiaino 1
Zucchero gr. 50
Farina “0” gr. 625
Lievito secco cucchiaini 1
Latte q.b. se l’impasto risultasse troppo compatto (nel mio caso 1 cucchiaio)


– Procedimento –

Ho messo nel bicchierone le uova, la marmellata, la panna, la fialetta e frullato bene col frullatore ad immersione.
Ho versato nel cestello questo composto aggiungendovi, in ordine, lo zucchero, il sale e la farina precedentemente mescolata a secco col lievito in polvere.
Ho lavorato l’impasto per 2 volte di seguito col programma impasto+lievitazione (ore 1.20 x 2).
Infine, ho avviato normalmente il programma per pane dolce (ore 3.25).
Peso del pane 1 chilo, crosta media.
L’impasto inizialmente era molto viscoso: sono stati necessari l’aggiunta di un cucchiaio di latte e l’ausilio della preziosa paletta di silicone.
Gradualmente ha assunto una bella consistenza liscia ed elastica.
Questo pan brioche all’arancia è risultato molto buono e profumatissimo.
Ciaoooooo!!!

Be Sociable, Share!

36 thoughts on “Pan brioche all’arancia

  1. Non c’è 2 senza 3. Sono la tua terza sostenitrice!!!!!
    Benvenuto tra noi! Bel blog davvero! Anch’io amo fare il pane in tutti i modi. In questo momento, ho appena finito di rinfrescare il “mio” lievito madre. Vieni a curiosare sul Blog. Buona serata.

  2. Non c’è 2 senza 3. Sono la tua terza sostenitrice!!!!!
    Benvenuto tra noi! Bel blog davvero! Anch’io amo fare il pane in tutti i modi. In questo momento, ho appena finito di rinfrescare il “mio” lievito madre. Vieni a curiosare sul Blog. Buona serata.

  3. Lorenza, Tina, Eleme, mie prime 3 gentilissime sostenitrici di questo mio nuovo blog, vi ringrazio di cuore per la visita e vi chiedo, se vorrete, di rinnovare il vostro sostegno nel gadget “segui” posto nella barra laterale che finalmente sono riuscito ad importare dal vecchio blog…
    Grazie ancora e serena notte…
    Francesco

  4. Lorenza, Tina, Eleme, mie prime 3 gentilissime sostenitrici di questo mio nuovo blog, vi ringrazio di cuore per la visita e vi chiedo, se vorrete, di rinnovare il vostro sostegno nel gadget “segui” posto nella barra laterale che finalmente sono riuscito ad importare dal vecchio blog…
    Grazie ancora e serena notte…
    Francesco

  5. Ciao, Francesco, complimenti per le ricette e anche per il tuo italiano perfetto! Se ho capito bene, hai ben tre MDP, tra le quali la Kenwood BM350, che io ho appena acquistato. Quali differenze hai notato fra le tre macchine?
    Intanto proverò qualcuna delle tue ricette: mi piace in particolare il fatto che utilizzi varie farine in miscele originali, questa è anche una mia abitudine – a proposito, ti consiglio di provare, se non l’hai ancora fatto, il pane con farina di miglio, è squisito e molto nutriente!
    Ciao e buona panificazione!

    • Ciao Luisa, sei molto gentile ed io arrossisco facilmente 🙂
      Riguardo al mio “itagliano” ti confesso che a volte, prima di scrivere certi concetti, mi occorre un bel ripasso mentale grammaticale… a ah ah aha h ah!!!
      La mia prima m.d.p. è stata la Moulinex Home Bread XXL (la normale e non quella che fa anche le baguette che sconsiglio) che sfornava pani da 750, 1000 e 1500 grammi!!!
      A mio parere è una buona macchina, con cui ho fatto anche la polenta usando il programma per la marmellata ma non ho potuto fare le creme (budino) perché, durante detto programma, le pale girano solo durante la fase iniziale, restando poi ferme fino al termine della cottura.
      Tempo fa, nel catalogo dei premi a punti del mio supermercato, vidi la Kenwood BM350, bellina e più piccola della grande Moulinex e quindi più adatta a me.
      Così la presi e la Moulinex la regalai.
      La Kenwood, come avrai potuto constatare, durante la cottura inserisce la ventilazione a intermittenza (wow) così che il pane risulti bello dorato anche sopra!!!
      In più durante il programma marmellate la paletta gira sempre, anche durante la cottura, così che ho potuto sperimentare il budino con buonissimi risultati (se vuoi vedi il post).
      L’altra macchina che ho provato (ma non è mia) è stata la Severin (per il pane al farro con pasta di riporto), a casa dei miei ragazzi.
      Il pane venne molto buono davvero!
      Un’altra cosa che ho notato, se ricordo bene, è che le pale durante l’impasto girano alternativamente in senso orario ed antiorario (?).
      Una nota sfavorevole è che sui tasti dei comandi si sono cancellati completamente i simboli stampigliati in nero, il che non è ammissibile.
      In merito alle farine ho usato anche quelle pronte: molto buone e genuine erano quelle che vendeva il Lidl ma esageratamente salate per me, perciò vi rinunciai.
      Pane con farina di miglio? Ti sarei grato se mi passassi la tua ricetta!
      Spero di esserti utile con questo blog!
      Grazie ancora della visita e a presto….
      Buon pane a te!!!

  6. Ciao, Francesco, complimenti per le ricette e anche per il tuo italiano perfetto! Se ho capito bene, hai ben tre MDP, tra le quali la Kenwood BM350, che io ho appena acquistato. Quali differenze hai notato fra le tre macchine?
    Intanto proverò qualcuna delle tue ricette: mi piace in particolare il fatto che utilizzi varie farine in miscele originali, questa è anche una mia abitudine – a proposito, ti consiglio di provare, se non l’hai ancora fatto, il pane con farina di miglio, è squisito e molto nutriente!
    Ciao e buona panificazione!

    • Ciao Luisa, sei molto gentile ed io arrossisco facilmente 🙂
      Riguardo al mio “itagliano” ti confesso che a volte, prima di scrivere certi concetti, mi occorre un bel ripasso mentale grammaticale… a ah ah aha h ah!!!
      La mia prima m.d.p. è stata la Moulinex Home Bread XXL (la normale e non quella che fa anche le baguette che sconsiglio) che sfornava pani da 750, 1000 e 1500 grammi!!!
      A mio parere è una buona macchina, con cui ho fatto anche la polenta usando il programma per la marmellata ma non ho potuto fare le creme (budino) perché, durante detto programma, le pale girano solo durante la fase iniziale, restando poi ferme fino al termine della cottura.
      Tempo fa, nel catalogo dei premi a punti del mio supermercato, vidi la Kenwood BM350, bellina e più piccola della grande Moulinex e quindi più adatta a me.
      Così la presi e la Moulinex la regalai.
      La Kenwood, come avrai potuto constatare, durante la cottura inserisce la ventilazione a intermittenza (wow) così che il pane risulti bello dorato anche sopra!!!
      In più durante il programma marmellate la paletta gira sempre, anche durante la cottura, così che ho potuto sperimentare il budino con buonissimi risultati (se vuoi vedi il post).
      L’altra macchina che ho provato (ma non è mia) è stata la Severin (per il pane al farro con pasta di riporto), a casa dei miei ragazzi.
      Il pane venne molto buono davvero!
      Un’altra cosa che ho notato, se ricordo bene, è che le pale durante l’impasto girano alternativamente in senso orario ed antiorario (?).
      Una nota sfavorevole è che sui tasti dei comandi si sono cancellati completamente i simboli stampigliati in nero, il che non è ammissibile.
      In merito alle farine ho usato anche quelle pronte: molto buone e genuine erano quelle che vendeva il Lidl ma esageratamente salate per me, perciò vi rinunciai.
      Pane con farina di miglio? Ti sarei grato se mi passassi la tua ricetta!
      Spero di esserti utile con questo blog!
      Grazie ancora della visita e a presto….
      Buon pane a te!!!

  7. io da poco mi sono avventurata nel mondo del lm…il tuo blog mi piace molto e prenderò sicuramentE spunto x qualche ricetta…buona giornata

  8. io da poco mi sono avventurata nel mondo del lm…il tuo blog mi piace molto e prenderò sicuramentE spunto x qualche ricetta…buona giornata

  9. Anche io intrapresi il culto del lm, rimpiazzato poi definitivamente con la pasta di riporto, più comoda, poco esigente e senza lo spreco dei rinfreschi.
    Sono molto felice che il mio semplice blog ti piaccia e che sia di spunto per le tue creazioni…
    Grazie e serena giornata a te!

  10. Anche io intrapresi il culto del lm, rimpiazzato poi definitivamente con la pasta di riporto, più comoda, poco esigente e senza lo spreco dei rinfreschi.
    Sono molto felice che il mio semplice blog ti piaccia e che sia di spunto per le tue creazioni…
    Grazie e serena giornata a te!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*