M.d.p. ma non solo…

La maggior parte delle ricette che trovate qui sono state sperimentate usando la macchina del pane.

Ovviamente gli stessi ingredienti, nelle stesse proporzioni, di tutte le ricette, si possono impastare a mano.

L’impasto si lascerà riposare per una prima oretta, in luogo confortevole e tiepido, poi lavorato di nuovo, leggermente, gli si darà la forma voluta e lo si farà lievitare fino al raddoppio, già sulla teglia o in uno stampo da plum-cake.

La cottura, di circa un’ora per pani da un chilo, avverrà in forno a 200°.

Dopo la cottura, sformare e lasciare raffreddare su una griglia per torte.

In questo blog troverete anche alcune ricette in merito.

Quelle appena descritte sono indicazioni di massima! Il risultato finale è soggetto a diversi fattori variabili, quali la qualità e tipo di farina, temperatura ambientale, tipo di forno, ecc…

Per soddisfare le vostre esigenze ed ottenere il vostro “pane quotidiano ideale” fate affidamento all’esperienza che acquisirete con pazienza.

La pratica, vi renderà man mano sempre più disinvolti e vi stimolerà sempre più a sperimentare nuove idee, ingredienti, trucchetti…

Farsi il proprio pane nella propria dimora è una cosa meravigliosa, per i numerosi motivi descritti negli articoli di maggio 2009 e per quelli che voi stessi scoprirete…

Provate ad immaginare già solo il profumo che inebria tutta la casa…

Oltretutto è semplicissimo, ci vuole più a dirlo che a farlo, non spaventatevi ed iniziate a…mettere la mani in pasta!

Buon pane e buon tutto!!!

Francesco

Be Sociable, Share!