Il pane fatto in casa. Perchè?

Una premessa.

Quanto da me scritto in queste pagine, è il frutto della mia modesta esperienza diretta nel fare il pane in casa, provando, sperimentando, sbagliando, riprovando…
Sono semplicemente un grande amante del pane fatto in casa.
Con poche semplici mosse TUTTI possono imparare a sfornare in casa propria un pane delizioso, genuino e conveniente economicamente.

Il pane fatto in casa. Perchè?

  1. Quello che siamo costretti a comprare è eccessivamente caro.Questo alimento, nonostante sia costituito da pochi semplici ingredienti, spesso costa al chilo più dei prodotti di pasticceria. Inoltre molti panettieri mirano più alla quantità a discapito della qualità. Ed ecco che, il più delle volte, compriamo un pane leggero come l’aria che già alla sera lo si può usare per giocarci a palla col muro o come martello per usi vari. Una volta il pane era considerato sacro. Mi ricordo che, da bambino, se accidentalmente cadeva un pezzo di pane a terra lo si raccoglieva e lo si baciava per rispetto. Guai poi ad immaginare lontanamente di buttare quello che avanzava. Il pane di una volta era BUONO perché era frutto di tanta esperienza, fatica, passione, sacrificio.
  2. Per curiosità. Infatti non immaginavo si potesse fare il pane in casa o, meglio ancora, non avrei mai creduto che potesse venire così buono.  Invece non solo è possibile ma si ottengono risultati ottimi.
  3. Si conserva buono per tanti giorni. Ho preso l’abitudine di cuocermi una pagnotta di circa1400 grammi ogni 7-10 giorni, conservandosi e mantenendosi buono fino all’ultima fetta, semplicemente avvolgendolo in un canovaccio pulito. Io non uso il congelatore ma volendo, una volta raffreddato dopo la cottura, lo si può affettare e congelare. Le fette congelate che poi man mano serviranno a tavola, si potranno mettere direttamente nel tostapane ed in pochissimi minuti si otterrà del pane caldo e fragrante, in qualsiasi momento.
  4. Fare il pane a casa è rilassante. Provare per credere!
  5. Si elimina completamente il pensiero, la preoccupazione di dover comprare il pane prima che chiudano i negozi, sempre che si riesca a trovarne ancora.
  6. L’uso della macchina del pane è entusiasmante e facilita molto la vita,regalandoci un ottimo alimento con zero fatica. Inizialmente, per tre mesi circa, impastavo il mio pane completamente a mano, cocendolo poi nel forno tradizionale. Anche se in questo modo è molto appagante (consiglio a tutti di provarci), a me creava un po’ di difficoltà per questioni di tempo. Infatti iniziavo ad impastare non prima del tardo pomeriggio per sfornare verso le 23.00! Questo mi ha convinto a fare il grande passo ed ho acquistato così la macchina del pane.
  7. Oltre al pane tradizionale, ci si diverte ad inventaree provare ricette sempre nuove, miscelando diversi tipi di farine, in base ai propri gusti ed esigenze dietetiche.
  8. Con l’aiuto della macchina del pane, oltre ai salati, si possono creare gustosi pani dolci, come pan brioche, pane al latte, plum-cake, usando materie prime genuine come latte, burro, panna, zucchero, miele, cioccolato, ecc., senza sofisticati e dannosi grassi idrogenati, conservanti, aromatizzanti, emulsionanti…. Inoltre è possibile fare la pasta in casa, la pasta per la pizza, la marmellata (e la polenta…)…
Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*