Brioche dolce con le patate

Buonissima brioche da farsi con la macchina del pane oppure a mano (ovviamente così come tutte le ricette qui pubblicate), secondo tradizione. Morbido, genuino, profumato, gustoso: amo i pani dolci almeno quanto quelli salati, perché ritengo che la prima colazione o la merenda debbano essere momenti piacevoli, oltre che importanti dal punto di vista nutrizionale, per grandi e piccini. In un attimo le fette si possono scaldare, per esempio, nel tostapane e già solo il profumo darà la carica per iniziare o proseguire la giornata!

Ingredienti:

  • farina Manitoba gr. 500
  • patate lesse gr. 250
  • uova 3
  • burro morbido 150
  • zucchero gr. 50
  • sale cucchiaini 1
  • pasta di riporto gr. 120 (oppure 1 cubetto o 1 bustina di lievito di birra)
  • latte q.b.
  • granella di zucchero

peso totale circa gr. 1200.

Dopo aver lessato le patate, schiacciarle molto bene.

– Procedimento con la macchina del pane – 

Versare nel cestello prima le uova, il burro e poi tutti gli altri ingredienti, la farina per ultimo.

  • Se come agente lievitante si usa la pasta di riporto, avviare prima il programma di solo impasto e lievitazione, al termine del quale si imposterà il programma per pani dolci (consiglio questo doppio programma perchè il lievito naturale fa crescere gli impasti più lentamente).
  • Se invece si usa il lievito di birra, avviare direttamente il programma per pane dolce.

– Procedimento a mano – 

Alle patate lesse unire tutti gli altri ingredienti e lavorare bene. Porre l’impasto al caldo e coperto e far riposare un’ora. Riprendere il composto e lavorarlo dolcemente e per pochi minuti, poi riporlo nello stampo da plumcake o nella teglia col buco per ciambelle o dove si vuole e lasciarlo lievitare fino al raddoppio. Cuocere in forno già caldo a 180° per 50 minuti circa (controllare!). Qualsiasi procedimento si usi, dopo la cottura sformare delicatamente la brioche e lasciarla raffreddare su una griglia per torte.

NOTE:

  • Ho dovuto aggiungere all’impasto una punta di cucchiaino di lievito secco di birra perchè stranamente la mia pasta di riporto risultava un po’ “fiacca”.
  • L’impasto deve avere una consistenza molto elastica, appena appiccicosa.
  • Se lo stesso dovesse risultare troppo compatto o asciutto, aggiungere latte, un cucchiaio alla volta.
  • Volendo, poco prima della cottura, spennellare leggermente la superficie con pochissimo latte e versarvi la granella di zucchero.
  • Immediatamente prima della cottura l’impasto deve aver lievitato almeno fino al raddoppio di volume. Se ciò non fosse, spegnere o interrompere il programma, lasciare crescere il pane fino al necessario, avviare direttamente il programma “forno” (sola cottura) impostando un tempo di 1 ora.

 

Be Sociable, Share!

28 thoughts on “Brioche dolce con le patate

    • Verrà ottimo!!!
      Questo pane, in queste dosi, supera abbondantemente i 1200 grammi e la mia m.d.p. impasta fino a 1000 grammi massimo. Così, per evitare che l’impasto, lievitando e cuocendo, superasse eccessivamente l’altezza del cestello e andasse a toccare l’oblò incollandosi al vetro, ho tolto l’eccesso (quei 200 grammi abbondanti) che ho fatto lievitare in teglia e poi cotto nel forno. E’ venuta una buonissima briochella!!!

    • Verrà ottimo!!!
      Questo pane, in queste dosi, supera abbondantemente i 1200 grammi e la mia m.d.p. impasta fino a 1000 grammi massimo. Così, per evitare che l’impasto, lievitando e cuocendo, superasse eccessivamente l’altezza del cestello e andasse a toccare l’oblò incollandosi al vetro, ho tolto l’eccesso (quei 200 grammi abbondanti) che ho fatto lievitare in teglia e poi cotto nel forno. E’ venuta una buonissima briochella!!!

  1. Ciao, ma chi sei il mago del pane????!!! Che meraviglia c’è solo l’imbarazzo della scelta……..tutti buonissimi!!!
    Ti seguo così magari imparo……., se ti fa piacere passa a trovarmi.
    A presto

    • …e allora tu sei la dea della cucina, a 360°, in tutto e per tutto!!!!
      Complimenti a te!!!
      Ho visitato il tuo ricchissimo blog, volevo iscrivermi ma non hai il gadget di Google Friend Connect ed io non ho FB!
      Per seguirti ho inserito comunque il mio indirizzo e-mail!
      Grazie infinite Laura e felice serata!!!

  2. Ciao, ma chi sei il mago del pane????!!! Che meraviglia c’è solo l’imbarazzo della scelta……..tutti buonissimi!!!
    Ti seguo così magari imparo……., se ti fa piacere passa a trovarmi.
    A presto

    • …e allora tu sei la dea della cucina, a 360°, in tutto e per tutto!!!!
      Complimenti a te!!!
      Ho visitato il tuo ricchissimo blog, volevo iscrivermi ma non hai il gadget di Google Friend Connect ed io non ho FB!
      Per seguirti ho inserito comunque il mio indirizzo e-mail!
      Grazie infinite Laura e felice serata!!!

  3. complimenti per il blog molto interessante, mi sono unita ai tuoi lettori, ho una mdp della Alice ma l’ho abbandonata perchè il pane non veniva bene , sempre con la classica fossetta in mezzo , ma adesso mi prendo il tempo per spulciare fra le tue ricette e chissà magari rifare il pane con la mdp, ciao e buona serata

    • Ciao Caterina!
      Dal tuo fantastico blog ho potuto vedere che anche tu in fatto di pane, focacce e dolci (e ovviamente tutto il “buonissimo” resto) sei strepitosa!!
      Complimenti davvero!
      Pane con la “classica fossetta in mezzo”? Conosco bene l’effetto della fetta di pane che “sorride”!
      Ti invito vivamente a riprovare, io non posso più farne a meno.
      Stasera dopo cena, per pura golosità, ho voluto tostare leggermente una fetta di pane nel tostapane per mangiarla così, senza nulla, semplicemente gustosa, con tutto il sapore pieno del grano integrale e della semola, difficile da trovare altrove…
      Ti ho fatto venire la voglia??? a ha ha haha….
      Grazie di cuore, davvero, e felice serata a te….
      Ciao

  4. complimenti per il blog molto interessante, mi sono unita ai tuoi lettori, ho una mdp della Alice ma l’ho abbandonata perchè il pane non veniva bene , sempre con la classica fossetta in mezzo , ma adesso mi prendo il tempo per spulciare fra le tue ricette e chissà magari rifare il pane con la mdp, ciao e buona serata

    • Ciao Caterina!
      Dal tuo fantastico blog ho potuto vedere che anche tu in fatto di pane, focacce e dolci (e ovviamente tutto il “buonissimo” resto) sei strepitosa!!
      Complimenti davvero!
      Pane con la “classica fossetta in mezzo”? Conosco bene l’effetto della fetta di pane che “sorride”!
      Ti invito vivamente a riprovare, io non posso più farne a meno.
      Stasera dopo cena, per pura golosità, ho voluto tostare leggermente una fetta di pane nel tostapane per mangiarla così, senza nulla, semplicemente gustosa, con tutto il sapore pieno del grano integrale e della semola, difficile da trovare altrove…
      Ti ho fatto venire la voglia??? a ha ha haha….
      Grazie di cuore, davvero, e felice serata a te….
      Ciao

  5. Come vedi ho trovato la ricetta…..me la stò leggendo bene……cmq io le tue ricette le leggevo, ma ero convinta che non si potessero realizzare a mano….non leggevo fino in fondo….ora ci provo anche io e ti faccio sapere…..ciao caro franci e buona domenica…….baci baci

  6. Come vedi ho trovato la ricetta…..me la stò leggendo bene……cmq io le tue ricette le leggevo, ma ero convinta che non si potessero realizzare a mano….non leggevo fino in fondo….ora ci provo anche io e ti faccio sapere…..ciao caro franci e buona domenica…….baci baci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*